La sposa curvy – Capitolo 1

Una fetta sempre più ampia del mondo della moda ha iniziato a prestare attenzione al lato curvy del mondo. Non solo pret-a-porter, da qualche stagione sono nate linee di moda sposa pensati per le figure morbide.
Perchè se è vero che le collezioni sposa che vediamo ci fanno sognare, è anche vero che non sempre i modelli sono adatti a tutti i fisici, si finisce con il consigliare gonne troppo gonfie, corsetti troppo stretti, con il risultato che la sposa non viene valorizzata.
Ma così come esistono “regole” per le figura longilinea, ne esistono altrettante per quelle curvy.

Oltremanica Jenny Pachkam -già ho parlato della stilista inglese qui – da qualche stagione fa sfilare modelle con diversi fisici, dalle più magre a quelle più tonde.
I suoi abiti di ispirazione retrò, presentano tendenzialmente linee molto morbide che si adattano a tutte le figure.

Nel nostro bel paese invece è Marina Rinaldi , brand tra i primi in Italia dedicato alle forme morbide, ad aver presentato una capsule collection sposa per le stagioni 2014 e 2015.

Iniziamo a vedere quali sono queste regole, partendo proprio da i modelli dei due brand:
Partiamo dalle basi, il tessuto; un tessuto scivolato, morbido, alleggerisce la figura, ad ogni passo sembrerete fluttuare e i punti critici, che nessuno vorrebbe mettere in mostra proprio quel giorno, saranno ben nascosti!

Jenny-Peckham-Bridal-Spring-2015 trio

Alcuni dei modelli di Jenny Packham

MR_PE15-1_Elegante_042

Marina Rinaldi sposa 2015

MR_PE15-1_Elegante_043

Marina Rinaldi sposa 2015

Dettaglio che può diventare un vostro alleato è la scollatura.
Un’ampia scollatura può conferire respiro al decoltè, slanciando il collo e valorizzando il viso.

scollature

Dettaglio delle scollature di alcuni modelli Marina Rinaldi sposa 2015

scollature.2

Dettaglio dei modelli Jenny Packham

Si anche ai tessuti ricamati, purchè sistemati ne punti giusti. Dei ricami o delle applicazioni posizionate verticalmente slanceranno la figura.
Se avete il vitino sottile va benissimo valorizzarlo con un accessorio, una cinta magari con qualche dettaglio luminosissimo!
Se  preferite coprire le spalle o le braccia, potete optare o per una mezza manica ampia o per una manica lunga in tulle.

Sappiamo bene però che ogni fisico è diverso dall’altro, se quindi il vostro cruccio è la pancetta – siamo tra donne, possiamo confessare certe cose! – allora optate per un abito dai tessuti sempre morbidi e dal taglio dritto. La silhouette sarà valorizzata da ricami tor su ton, nei punti strategici, decoltè e fianchi.
In alternativa un drappeggio laterale creerà un effetto armonioso.

Sposa-Marina-Rinaldi-1

I ricami ton sur ton impreziosiscono l’abito dalla linea semplice e delineano la silhouette. Marina Rinaldi sposa 2014

Marina-Rinaldi-sposa-

Drappeggio laterale. Marina Rinaldi sposa 2014

Non tutte sono pronte a rinunciare ad una gonna ampia, se questo è il vostro caso evitate i tessuti troppo rigidi, meglio optare per una gonna con qualche increspatura, che crei movimento, da indossare con tacco altissimo! Per il top, consiglio sempre un girocollo molto ampio, o a barca ( se proprio non vi va la scollatura) e valorizzare il punto vita.
C’è chi ha proposto anche uno stacco netto di colore e tessuto tra le due parti del vestito che effettivamente crea un effetto grintoso, oltretutto il mix&match è una delle ultime tendenze anche nella moda sposa.

alfred-angelo7
Magari se siete in cerca di un vestito diverso dal solito è l’idea perfetta per voi.

Se siete tradizionaliste, lasciate che sia la stoffa a dare movimento, con un damascato moderno, al vostro abito.

MR_PE15-1_Elegante_041

Una stoffa con decorazioni ton su ton può dare movimento ad una gonna a trapezio. Marina Rinaldi sposa 2015

Altra tendenza è l’abito corto al ginocchio, bonton, ideale per una cerimonia civile ma non solo. Può essere indossato con un soprabito in pendant per un effetto very chic!

MR_PE15-1_Elegante_040

Marina Rinaldi sposa 2015

 

Gli abiti a sirena sono la scelta più ovvia per molte ragazze curvy. È sicuramente un modello molto seducente, attente però a non commettere qualche errore “fatale”!
Spesso questo tipo di abiti sono ricchi di dettagli – fitte pieghe, ruches, swarovski in punti dove non andrebbero o semplicemente confezionati con stoffe troppo ricche che inevitabilmente ingrossano.
Se volete evitare quest’effetto ma non rinunciare ad un abito sinuoso, è sempre bene scegliere tessuti leggeri e linee pulite, saranno le vostre curve a parlare!

 

Fatemi sapere se siete daccordo con questi consigli o se cambiereste qualcosa, nel possimo post si parlerà di accessori, make up e hairstyle!

Foto credits: Marina Rinaldi

Questa voce è stata pubblicata in Fashion & News e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *