Come ci si veste per la laurea?!?!?!

Quando si sta per raggiungere un traguardo importante come la laurea, dopo aver pensato a tutti i dettagli “burocratici”, la domanda che ci poniamo TUTTI, sia uomini che donne, è: “MA COME MI VESTO”???
La cosa non è da sottovalutare, dato il giorno importante che ci aspetta, che verrà immortalato, da tutte le macchine fotografiche in possesso di tutti gli amici/parenti presenti alla seduta, PER SEMPRE!! Sbagliare quel giorno è come conciarsi in maniera imbarazzante il giorno del matrimonio e a distanza di dieci anni vergognarsene atrocemente.

Dopo aver visto un pò di lauree e aver guardato anche gli altri candidati oltre all’amica/o di turno sono arrivata a delle certezze!

  1. Gli uomini sono avvantaggiati (anche se ho visto ragazzi riuscire a rendersi tanto ridicoli da far ridere anche i professori della commissione!)
  2. NON mi vestirò di nero! (non mi piace come colore e non lo trovo adatto di giorno)
  3. niente tailleur (mi sentirei come una bambina che gioca ad essere Hilary Clinton)
  4. niente abitino/tubino causa calze! (non sopporterei le calze nere con temperature ancora accettabili)
  5. niente di marrone (lo trovo ideale solo per passeggiate in montagna-momenti di svago in generale e andare a fare la spesa.)

A questo punto la scelta è ancora più difficile! Ero partita con l’idea del tubino, non troppo corto e non scollato, magari non nero(vedi il punto 2) ma dal sapore Colazione da Tiffany; ma per le cause sopra citate ho deciso di optare per altre soluzioni, che però non sono ancora state ben identificate.

A questo punto devo ritenere fortunati gli studenti delle università anglosassoni ed americane che indossano la classica toga nera, potendo optare per una semplice camicetta, come insegnò, l’ormai Duchessa di Cambridge, ai tempi della laurea (nella mia stessa materia 😛 ) semplice ma carina, peccato per la borsa MARRONE veramente oscena!

Quindi direte: allora come ti vuoi vestire?!?!

Lo vorrei sapere anche io…le ultime folli idee suggerivano reminiscenze anni ’40 alla Katharine Hepburn, con il pezzo chiave del pantalone a vita alta, rivisto in versione moderna….

 

Però la giacca ci vuole! ….ed ecco che sorge un nuovo dilemma! Non piacendomi le classiche giacche, quelle per intenderci da Tailleur pantalone di certe avvocatesse…(non me ne vogliano..), pensavo di optare o per il taglio smoking, bellissime quelle della sfilata A/I di Yves Saint Laurent,….o per quello classico Chanel!

….insomma la ricerca non si ferma quì, sperando di non arrivare al giorno prima della fatidica data!!

………………………………….to be continued…………………………………………

Questa voce è stata pubblicata in Life... Contrassegna il permalink.

3 risposte a Come ci si veste per la laurea?!?!?!

  1. inorridita scrive:

    sul serio hai intenzione di indossare qualcosa per la tua laurea che assomigli anche solo lontanamente a quella cosa lì anni 40? Con una giacca taglio smoking poi???
    è una seduta di laurea, ci si dovrebbe arrivare con una certa maturità e serietà anche nel vestire…da parte mia ti consiglierei di rivedere le scelte onde essere TU quella che fa ridere la commissione.

    Sentitamente.

    • K.F. scrive:

      Cara Inorridita,
      il post (scritto mesi e mesi fa..) era solo un modo per mettere “nero su bianco” le idee, che piacciano o meno, e capire cosa veramente stavo cercando. Anche in occasioni importanti come una seduta di laurea, preferisco di gran lunga chi asseconda, con gusto, la propria personalità (anche solo con un dettaglio) piuttosto chi si presenta con un abito serioso e apparire palesemente a disagio!
      Detto questo ti invito a leggere il post seguente con l’epilogo di questa storia! XD

      Ad Majora!

      • l.86 scrive:

        sono perfettamente d’accordo con te K.F., per giunta, è davvero altro che fa inorridire una commissione di laurea, forse la ragazza confonde gli anni ’40 con gli anni ’80… Quindi mia cara inorridita, vorrei chiarirti le idee: l’ispirazione della neo dottoressa sarebbe stata Coco Chanel non dicerto Pamela Prati o Carmen Russo!!!
        Sentitamente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *